Offida, iter concluso per il nuovo poligono di tiro a segno di proprietà del Comune

340

di REDAZIONE –

OFFIDA – Terminato l’iter per la permuta dell’Ex Poligono di tiro a segno, che era del Demanio, a Nuovo Poligono di tiro a segno, oggi proprietà del Comune. Durante il Consiglio comunale dell’11 marzo è stato approvato, a maggioranza (astenuto  Ermanno Mandozzi), il punto che riguardava l’impianto sportivo in zona Lava. Il titolo della proprietà fu una delle vittorie del sindaco Valerio Lucciarini, a qualche mese dal suo secondo insediamento, nel 2014, nonostante il verbale d’intesa fosse già stato firmato, con l’agenzia del Demanio di Ancona, nel 1989. La lunghissima vicenda, lo ricordiamo, coinvolse i predecessori di Lucciarini: Dante Bartolomei, Longino Carducci, Luciano Agostini e Lucio D’Angelo. All’inizio del suo mandato, l’attuale primo cittadino di Offida, con impegno e pervicacia si assegnò la vittoria su una delle tipiche lungaggini della burocrazia italiana.

«Questo è da considerarsi un grande successo amministrativo – commenta Lucciarini – per tutta la comunità offidana. Se nel 2014 fu firmato un verbale di intesa e di conseguenza negli anni abbiamo investito molto nelle infrastrutture relative al Poligono di tiro, con il passaggio in Consiglio comunale di oggi, possiamo definire chiusa la vicenda, e il suo conseguente e controverso dibattito, che è pesata sulle spalle degli offidani per ben 30 anni».

Copyright©2019 Il Graffio, riproduzione riservata