A San Valentino il cuore di una “Presentosa” per la donna amata

318

di RAFFAELLA CIUFO –

La Presentosa è un raffinato ciondolo di tradizione abruzzese risalente al settecento, fatto conoscere fuori dai confini regionali da Gabriele D’Annunzio quando, nel 1894, lo descrisse nel suo romanzo “Il trionfo della morte”. Poco più di un secolo dopo, la Presentosa ha superato anche i confini nazionali per diventare ambasciatrice d’Abruzzo nel mondo, essendo stata scelta quale “ricordo d’Abruzzo” da donare ad ogni first lady presente al G8, svoltosi nel 2009 a L’Aquila. Questo particolarissimo monile, in oro o in argento, che ha diverse varianti a seconda della creatività dell’orafo che lo realizza, si caratterizza tuttavia per alcuni elementi e connotazioni essenziali. Finito è di forma tonda, movimentata al suo interno da un’ossatura a forma di stella, composta questa da un cerchio centrale, sulla cui circonferenza poggiano diversi triangoli con la punta rivolta verso l’esterno. Gli spazi liberi, disegnati dall’ossatura portante, sono riempiti e collegati fra loro da una finissima filigrana; e per finire, al centro del monile, deve essere presente sempre il motivo del cuore.
Talvolta ci sono due cuori legati da un nastro, a rafforzare la simbologia della promessa d’amore. Accanto al cuore può esserci una nave come simbolo dell’inizio di una nuova vita, che il padre o il suocero della sposa augura con il dono della Presentosa sia felice. Se il “presente” – da cui il nome del monile – si regala per una Prima Comunione, accanto al cuore c’è una colomba dello Spirito Santo. La Presentosa, che si porta al collo o come orecchino, può inoltre essere ulteriormente impreziosita con l’incastonatura di piccole pietre preziose, spesso rubini disposti a raggiera, o l’inserimento di aggiuntivi elementi decorativi secondo l’interpretazione del maestro orafo, che di volta in volta crea una nuova variante. La Presentose più prestigiose sono quelle realizzate come pezzi unici personalizzati nelle migliori botteghe orafe di Guardiagrele, Sulmona, Pescocostanzo, Scanno, L’Aquila. Ma non si può non cogliere ugualmente la delicata e squisita bellezza filigranata delle Presentose oggi reperibili anche online.