Collection Atletica Sambenedettese, ottime prestazioni ad Ancona davanti al campione Tortu

325
Luca Patrizi nei 60 metri

di REDAZIONE –

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ottime prestazioni da parte degli atleti ed atlete della Collection Atletica Sambenedettese nei meeting nazionali che si sono svolti in questo week end nello splendido impianto al coperto di Ancona. La gara più attesa tra gli Orange c’è stata il sabato ed era quella del salto in lungo femminile che vedeva il ritorno in pedana, dopo circa un anno, dell’ex campionessa italiana indoor juniores Martina Aliventi e l’atleta allenata dal Prof. Francesco Butteri non ha deluso le aspettative giungendo seconda con l’ottima misura di 5,87, seconda prestazione nazionale 2019 della categorie promesse.
Non doma della performance nel lungo, Martina si è presentata domenica ai blocchi di partenza dei 60 metri ottenendo un doppio 7”87 , sia in batteria che in finale.

Ed è stata la velocità il settore che ha dato le più grandi soddisfazioni agli atleti della Collection, proprio nel giorno del ritorno di Filippo Tortu al Palaindoor di Ancona con l’eccellente crono di 6”58, campione al quale si è evidentemente ispirato Riccardo Cosenza che, dopo aver sbriciolato in batteria il suo personal best con 7”18 è riuscito poi a migliorarsi in finale stabilendo il nuovo primato sociale promesse correndo in 7”15.
L’atleta, allenato da Giuseppe Giorgini ed Adalgisa Vecchiola, ha dimostrato un talento fuori dal comune ed i suoi tecnici si augurano che prenda finalmente consapevolezza delle eccellenti potenzialità che potrebbe esprimere in futuro.

Altro fulmine sambenedettese è stato Luca Patrizi, allievo al primo anno allenato da Patrizia Bruni ed Anna Mancini, il quale ha vinto la sua batteria correndo in 7”35 denotando uno stato di forma smagliante come del resto il fratello Alessio, allievo al secondo anno, che ha stravinto la sua serie dei 400 metri stabilendo il nuovo primato sociale di categoria con il tempo di 52”89.

Buone prestazioni della sambenedettese Enrica Cipolloni (Fiamme Oro) che ha saltato 5.52 nel lungo dopo aver corso in 9”21 sui 60 ostacoli, in un doppio test a una settimana dalla rassegna tricolore di prove multiple dove difenderà il titolo italiano del pentathlon.
A livello giovanile, nella categoria Cadetti Riccardo Ciribeni corre in 7”99 nei 60 metri e 25”70 nei 200 metri, Daniele Silvestri 7”98 nei 60 mentre tra le Cadette spiccano i tempi di 8”81 e 8”99 ottenuti rispettivamente da Alissa Catalini e da Elena Giorgini sempre nei 60 metri.

Tra i Ragazzi , in evidenza i giovani sprinter Lorenzo Cameli ( 9”25 ) ed Emil Bagnara (9”54) che risulta il migliore degli Orange nel salto in lungo con 3,92 mentre tra le Ragazze le più veloci sui 60 sono state Elena Capocasa ( 9”47), Irene Morelli (9”49) e Greta Bellachioma (9”54). Infine, per quanto riguarda i master, ottimo terzo posto a Castelraimondo di Massimo Romandini nella categoria M50 ai Campionato marchigiani individuali master di campestre.

Copyright©2019 Il Graffio, riproduzione riservata

Martina Aliventi nei 60 metri