“Stracivitanova 2019”, i vincitori dell’evento podistico sono Tarik Marhnaoui e Marcella Mancini

396

di VITTORIO CAMACCI –

CIVITANOVA MARCHE  – Una bella mattinata primaverile con il sole leggermente velato, ha fatto da cornice alla 45a “Stracivitanova” evento podistico, lustro della città adriatica, che comprendeva una mezza-maratona nazionale “Bronze”, una 10 chilometri non agonistica, una camminata di 3 chilometri, oltre a gare particolari come  la stracanina ed una passeggiata nordic walking. Malgrado il fitto calendario di manifestazioni pedestri prestigiose di questo periodo, la gara marchigiana si è ritagliata una bella fetta di partecipanti nel centro-est dello Stivale: oltre 3.000, con circa 800 podisti che si sono presentati al via della gara più lunga confrontandosi sul percorso veloce e completamente pianeggiante, formato da due giri, in larga parte disegnato sul lungomare della città, con passaggio davanti al ben tenuto e lindo porticciolo.

A rendere ancora più bella la kermesse civitanovese è stata la folta cornice di pubblico accorsa sul lungomare Sergio Piermanni ad applaudire gli atleti protagonisti della gara. Ancora dominio africano con la sorprendente vittoria del trentasettenne marocchino Tarik Marhnaoui in (1h 05′ 18″) davanti al keniano Dennis Bosire Kiyaka (1h 05′ 48″), l’unico ad impensierirlo nel primo giro di gara, mentre si aggiudicava la battaglia per il terzo posto il 48enne abruzzese Alberico Di Cecco (1h 11′ 06″) sbaragliando un’ agguerrito manipolo di ben più giovani rivali per il completamento del podio.

Di buon valore tecnico anche la gara femminile con il confronto ravvicinato tra le due, intramontabili, migliori maratonete marchigiane degli ultimi anni la sambenedettese Marcella Mancini e la jesina Simona Santini, per lungo tempo hanno viaggiato quasi appaiate ma nel finale la rivierasca ha rivelato il suo ottimo stato di forma staccando inesorabilmente la vigilessa di Jesi per poi chiudere in 1h 19′ 48″ con quaranta secondi di vantaggio sulla rivale. Ottima terza al traguardo di Largo Paul Harris, tra calorosi applausi di incitamento la simpatica brasiliana Maria Bernadette Cabral (1h 21′ 46″). L’Atletica Civitanova ha schierato tutte le sue forze in campo per la buona riuscita di quest’evento ed i numeri hanno dato ragione al sodalizio maceratese confermandolo uno dei più partecipati in terra marchigiana.

Copyright©2019 Il Graffio, riproduzione riservata