Scarsa illuminazione in città e periferie degradate. Elio Core scrive al sindaco Piunti

248
Elio Core, presidente dell'Associazione Punto Aiuto Cittadino

di REDAZIONE –

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Impianti di luci fatiscenti, vie buie, lampioni non funzionanti, periferie degradate. É quanto segnala Elio Core, presidente dell’Associazione Punto Aiuto Cittadino, nella lettera che ha scritto al sindaco Pasqualino Piunti e all’assessore Andrea Assenti. «Riceviamo quotidianamente proteste dei cittadini sulla scarsa illuminazione della città, sulle vie spesso buie, lampioni non funzionanti e periferie degradate. Passeggiare di notte nella Riviera delle Palme è difficoltoso e talvolta pericoloso attraversare le strade, perché spesso senza luci o scarsamente illuminate. – scrive Elio Core –  Tale situazione comporta un rischio per i cittadini favorendo i furti nelle abitazioni e non solo. Non conosciamo le cause di questo disservizio, presente da molto tempo, ma sicuramente possiamo affermare che i cittadini sono stufi di pagare un servizio poco efficiente e costoso».

«Alla nostra Associazione giungono segnalazioni di sottopassi bui, lampioni cadenti e vecchi, ubicati persino sui marciapiedi impedendo il transito delle carrozzine per bambini e diversamente abili. – aggiunge Core –  Dunque una città che presenta buche ovunque, manto stradale sollevato, marciapiedi pericolosi e sconnessi e in taluni tratti viari non a norma di legge (vedasi via Rossetti-Via Bafile) con mattonelle divelte, griglie delle caditoie sollevate, pericolose al transito dei cittadini; per non parlare di diverse fogne occluse, segnaletica carente, parchi bau sporchi che sembrano latrine con odori nauseabondi e taluni posizionati tra le abitazioni e servizi pubblici (vedasi Parco Bau Via Ticino nei pressi della Scuola Media Cappella)».

«La presenza di questi disservizi, purtroppo, proiettano una pessima immagine turistica della nostra città. – conclude Core –  L’arredo urbano di una città è molto importante e decisivo per il turismo e per la sicurezza dei cittadini. Il nostro intervento non vuole essere una polemica ma al contrario una analisi costruttiva per avere una città moderna, pulita, bella da vedersi ed accogliente da tramandare ai nostri figli e alle future generazioni. Le chiediamo quindi di porre in essere iniziative atte a rimuovere le carenze evidenziate dai cittadini e segnalate  dall’Associazione Punto Aiuto Cittadino».

Copyright©2019 Il Graffio, riproduzione riservata