Labirinti Familiari: “Cosa può un corpo”, proiezione del documentario il 10 gennaio a Grottammare

407

di REDAZIONE –

Il documentario è realizzato da Giulia Claudia Massacci, Massimiliano Mastroluca, Virginia Meneghini e Francesco Persano Adorno, che saranno presenti in sala per dialogare con il pubblico –

GROTTAMMARE – Riparte con rinnovata energia la XXIV stagione culturale dell’Associazione Blow Up intitolata “Labirinti Familiari”. Giovedì 10 gennaio alle ore 21.15, presso il nuovo spazio dell’Ospitale, Casa delle Associazioni, al paese alto di Grottammare si svolgerà il quarto di una serie di appuntamenti (tutti programmati il secondo giovedì del mese) organizzati in collaborazione con il Fotocineclub di Grottammare e dedicati a giovani filmaker di talento. Questa quarta serata prevede la proiezione del documentario “Cosa può un corpo” realizzato da Giulia Claudia Massacci, Massimiliano Mastroluca, Virginia Meneghini e Francesco Persano Adorno, che saranno presenti in sala per dialogare con il pubblico. Il documentario ci racconta di Luisa, una ragazzina di dieci anni, che trascorre l’estate tra acqua e roccia, appena dopo la scomparsa del padre, Graziano. “Cosa può un corpo” è un film sulla rielaborazione che ognuno di noi compie attraverso la memoria, sulle tracce lasciate da un uomo nelle persone e nelle cose; un discorso sul senso di continuità tra la fine e l’inizio della vita, per indagare e sforzarsi di comprendere di che cosa siamo capaci. Un film sorprendente che approfondisce in modo originale la relazione padre-figlia in perfetta sintonia con il tema generale della stagione dedicata alle relazioni familiari.
L’ingresso è gratuito con tessera-abbonamento alla Federazione Italiana Cineforum 2018-2019, rilasciata dall’Assocazione Blow Up al costo di 10 euro e che può essere sottoscritta velocemente all’ingresso. La tessera F.I.C. consentirà poi di partecipare liberamente a quasi tutte le iniziative del ricco calendario della rassegna.

Copyright©2019 Il Graffio, riproduzione riservata