Offida, conferenza di fine anno. Il sindaco Lucciarini: «Abbiamo raccolto una sfida importante»

561

di REDAZIONE –

OFFIDA – Il 29 dicembre si è tenuta l’ultima conferenza stampa di fine anno per Valerio Lucciarini, in attesa dell’iniziativa per il rendiconto dei dieci anni di mandato, che si terrà tra marzo e aprile. Ecco un excursus dell’ultimo anno illustrato dagli assessori di riferimento in ogni settore, ma con un comune denominatore: l’aver evidenziato un grande concetto di squadra vincente, messa insieme dal sindaco uscente Valerio Lucciarini.

Per Isabella Bosano, assessore alla conoscenza e al sapere, “un’altra amministrazione si sarebbe accontentata di consolidare le già tante attività culturali in essere”. «All’inizio del mio mandato, invece, il sindaco mi suggerì di lavorare con determinazione e concretezza, puntando al protagonismo di Offida. Lucciarini ha avuto il merito di aver tradotto la visione di una Offida Città in realtà». Tra gli eventi la Bosano ha ricordato l’Hors Lits, festival che dalla Francia  è approdato in Italia per la prima volta a Offida; il Festival Nazionale Serpente Aureo cresciuto a livello qualitativo registrando sempre sold out e l’International Fof, organizzato dalla Pro Loco. «Dal punto di vista del commercio e attività produttive – continua la Bosano – Offida, attualmente, è in controtendenza rispetto agli altri borghi. Tante sono le nuove attività fiorite anche grazie all’intuizione del Sindaco, che ha proposto l’esonero della Tari per i primi tre anni di insediamento».

Piero Antimiani, assessore alla dinamicità e alla comunità solidale ha ringraziato la squadra amministrativa e il sindaco in primis. «Ci saranno le sedi opportune per fare il resoconto di ciò che è stato – dichiara l’assessore – Mi risulta però difficile non parlare oggi di ciò che è accaduto in questi dieci anni, del grande lavoro di squadra, e quando una squadra corre così come abbiamo fatto noi, il merito è dell’allenatore, che ci ha motivati e spinti sempre avanti. Quel disegno che ci siamo prefissati è stato raggiunto. Lo possiamo dire senza il timore di essere smentiti». Antimiani ha sottolineato che per quanto riguarda gli assessorati al turismo, sport e servizi sociali, c’è stata a Offida una vera e propria riconversione, con una programmazione turistica e di eventi sportivi, che hanno messo al centro le eccellenze del territorio, senza mai fare alcun taglio dei servizi sociali.

L’assessore alla pianificazione Roberto D’Angelo ha ricordato l’insediamento dell’Amministrazione in una fase economicamente delicata: «All’inizio abbiamo lavorato per assorbire i tagli, lavorando su bilancio. Poi nel 2016 è arrivato l’anno delle opportunità, con l’entrata straordinaria della vendita della rete gas, poi abbiamo preso di petto l’evento sisma che tanto da ottenere, addirittura, un rilancio del nostro Comune. Il 2016 è stato davvero la chiave di volta per l’Amministrazione. Essendo noi pedanti, a volte, abbiamo ottenuto tanti contributi per realizzare opere fondamentali». Tra queste, il Piano asfalti, la valorizzazione di Piazza Valorani, del Cimitero, fino ad arrivare al Viale 4 novembre un’opportunità che ha creato il sindaco intercettando un finanziamento del Cipe. Inoltre dal punto di vista ambientale la realizzazione dell’Isola ecologica Offida è arrivata al 65% di differenziata. «Per quanto riguarda l’agricoltura – sottolinea D’Angelo – abbiamo creato il primo grande evento regionale sul vino unendo eccezionalmente i due consorzi marchigiani, nord e sud. Tutto questo è frutto di un lavoro di squadra con un attaccante unico, grintoso e di qualità come Lucciarini».

Presenti anche il consigliere Alessandro Straccia, presidente della Commissione Statuto e Regolamenti, che ha ribadito la disponibilità del sindaco ad aprire le commissioni a tutte le forze politiche di opposizione.

L’amministratore unico di Energie Offida, Enio Marchei, dopo un breve excursus del suo operato – “che ha beneficiato della concessione delle reti gas alla Centria, eseguita grazie alla capacità del sindaco di giocare in anticipo sulla vendita” – ha dato notizia di una chiusura annuale della partecipata con utili. «Il 2018 – continua Marchei – è anno importante per Energia Offida che può vantare per la prima volta degli utili di bilancio, nonostante gli investimenti importanti che hanno garantito meno dispersioni di corrente, la prevenzione di eventuali danni e la pianificazione occupazionale. Tutto questo, grazie alla collaborazione con il gruppo Centria».

Quinto Menzietti presidente del Forlini, ha riferito come per l’Asur la Casa di Riposo e il Centro diurno siano ormai un fiore all’occhiello e punto di riferimento per il territorio. Poi è stata la volta di Claudio Sibillini, che il sindaco ha elogiato per essere stato il capogruppo più longevo e per la buona direzione politica che ha portato il gruppo a raggiungere un obiettivo storico ineguagliabile. «Voglio ringraziare l’amico Valerio e il sindaco Lucciarini – dichiara Sibillini – per come ha trasformato e consolidato il sistema Offida mantenendo in primis i servizi sociali, per un’Offida più giusta e equa. La nostra è stata un’azione politica di riforme mai vista prima a Offida, in tutti i settori. In questi dieci anni penso che sia stata scritta una pagina importante e indelebile della storia della nostra città. Lucciarini ha tracciato un modello, una visione, di come dovrebbe essere gestita la cosa pubblica nell’interesse collettivo».

Il sindaco Valerio Lucciarini: «Quando si conclude un’esperienza importante si deve dare credito alla capacità di una squadra molto forte. Grazie alla pianificazione amministrativa dimostrata, al senso collettivo, alla determinazione, siamo riusciti a raccogliere una sfida importante. Siamo partiti dieci anni fa che il simbolo della città, Cantina Offida, stava fallendo, oggi per quello che è stato fatto, ha superato la crisi e anche le nostre aspettative. Penso all’apertura dell’Osteria Cantina Offida che è oggi uno dei biglietti da visita della nostra città. Puntando sulla promozione turistica, ridisegnando la rete commerciale del borgo, tendendo alta la capacità di tenuta sociale e investendo sullo sviluppo di edilizia e agricoltura, abbiamo riconvertito le sorti di Offida. A livello culturale, poi, non posso non citare eventi importanti come l’International Fof, la grande iniziativa organizzata dalla Pro Loco sotto la direzione artistica della Compagnia Di Filippo Marionette, e il Festival nazionale di Teatro amatoriale Serpente Aureo».

Il sindaco ha poi elencato le novità: tra cui l’apertura del parcheggio Borgo d’Italia; l’imminente pubblicazione del bando per la progettazione del nuovo campus scolastico; i 5 milioni di euro destinati al complesso ospedaliero di Offida; un nuovo finanziamento per l’ampliamento della video sorveglianza. Lucciarini ha ribadito che da quando sono state installate le telecamere, 145 giorni fa, al Centro storico non si sono più registrati più dei furti.

«Dieci anni da sindaco sono sufficienti – conclude Lucciarini – sono il tempo perfetto per sollecitare la volontà nel determinare una strategia e una pianificazione incisiva. Ora è importante trovare il rinnovamento. Gli offidani sono persone serie, non mollano mai e sapranno capire e cogliere le future opportunità. Abbiamo lavorato bene. Lo stiamo ancora facendo. Infatti, nonostante siamo agli sgoccioli del mandato, posso annunciare che, finalmente, il Merletto a Tombolo di Offida è candidato a diventare patrimonio dell’Unesco». Infine il primo cittadino ha ricordato le figure di Ciro Ciabattoni, Dario Troiani e Sergio Capretti per il segno indelebile che hanno lasciato alla comunità offidana.

Copyright©2018 Il Graffio, riproduzione riservata