Festa del Marcuzzo, il 5 novembre al Portogrande degustazione di miele abbinata a formaggi

145

di REDAZIONE –

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sarà una giornata dolce, quella che il Marcuzzo dedicherà all’abbinamento tra miele e formaggi, in programma lunedì 5 novembre al PortoGrande. Una giornata, però, anche per riflettere sull’importanza delle api nel nostro ecosistema. Ne discuterà con passione Lorenzo Paolini, titolare dell’azienda agricola “Case da Sole Apicoltura”, che ha riconvertito l’azienda agricola di suo nonno in Contrada Cavignano, ad Ascoli Piceno, e dal 1998 alleva “Api Ligustiche”, l’ecotipo locale, l’ape italiana apprezzata in tutto il mondo per la sua docilità e le sue capacità produttive. «Per noi che le conosciamo – dice Lorenzo – le api sono animali docili: è triste constatare quanto vengano danneggiate in parte dalla presenza dei parassiti esotici importati dalla globalizzazione selvaggia e in parte dall’utilizzo di pesticidi e diserbanti usati in agricoltura intensiva, che non pensa al fatto che per aumentare la produzione sta causando un disastro ecologico senza paragoni».

Le api, infatti, con l’attività d’impollinazione , di fiore in fiore “visitano l’80% della frutta e della verdura che mangiamo ogni giorno: senza di loro – afferma Lorenzo Paolini – mangeremmo solo i frutti della terra che non hanno bisogno della cosiddetta impollinazione entomofila, in pratica ci rimarrebbe quasi solo la polenta di mais. Salvare le api vuol dire salvare noi stessi».

Il problema delle api è noto da trent’anni e peggiora, perché diventa sempre più difficile per loro vivere in un ecosistema così alterato: però Lorenzo continua il suo lavoro e sposta, fisicamente, in una vera e propria transumanza, i suoi quattrocento alveari, pari a circa quindici milioni di api dalle colline litoranee  fino ai Monti Sibillini  per produrre ben sette tipologie di  mieli, alcuni dei quali saranno oggetto della degustazione gratuita al Centro Commerciale PortoGrande domani, lunedì 5 novembre, scegliendo areali salubri e ricchi di fioriture interessanti dal punto di vista organolettico e nutrizionale.

«Le tipologie di miele che produciamo – conclude il titolare di “Case da Sole Apicoltura” – dipendono dalle condizioni climatiche che ogni anno ci troviamo ad affrontare: quest’anno, abbiamo Miele di Acacia, Millefiori classico, Miele di Melata, Castagno, Ailanto, Millefiori dell’Altopiano di  Castelluccio e Miele di Edera».

Al Centro Commerciale PortoGrande saranno presenti, nello spazio dedicato alle degustazioni di miele e formaggi, anche “Apicoltura Mantovan”, “Terra di Ea” e “Punto Verde”. La sedicesima edizione della kermesse sul Marcuzzo proseguirà, nei prossimi giorni con una degustazione gratuita di olive ascolane “Migliori” e vino (7 novembre), e dall’8 al 10 novembre di vini.

Copyright©2018 Il Graffio, riproduzione riservata