La scrittrice ascolana Giorgia Spurio al Salone Internazionale del Libro di Torino

315

di REDAZIONE –

ASCOLI PICENO – Giorgia Spurio ha portato Ascoli Piceno al Salone del Libro di Torino. Domenica 13 maggio la scrittrice è salita sul Palco Rai, premiata tra i finalisti dei racconti partecipanti al programma di Radio 1 Rai, Radio1PlotMachine, ed è stata intervistata da Vito Cioce e Marcella Sullo. Il suo racconto è così pubblicato da Rai Eri. La puntata è andata in onda lunedì scorso, e nell’intervista è stato possibile ascoltare le parole della scrittrice ascolana che è riuscita  a trattare con maestria un tema delicato come l’Alzheimer descritto nelle sue parole attraverso il ricordo di un’auto e di un amore, sciorinando il rapporto tra una figlia e un padre. Dopodiché in veste di giurata, come vincitrice dell’anno precedente, nella giuria presieduta dal poeta Davide Rondoni e composta da altri personalità di spicco – Cristiano Godano dei Marlene Kuntz, Margherita Oggero, Valter Malosti, Melania Giglio, Tommaso Cerasuolo dei Perturbazione, Paolo Di Paolo, Enrico Remmert, Linda e Gaia Messerklinger, Matteo Bernardini, Arianna Porcelli Safonov, Giovanna Ioli, Paola Baion – è stata presente in Arena Piemonte, invitata dall’organizzatore, scrittore e cantante, Valerio Vigliaturo, con il Premio Inedito-Colline di Torino, grazie al quale uscirà il suo prossimo romanzo “Gli Occhi degli Orologi”. Un romanzo in cui persiste il tema dell’amore nel rapporto genitore-figlia, ma in un scenario distopico e con l’attenzione di chi è sensibile alla psicologia e ai temi sociali, con interessanti spunti di riflessione sullo stato attuale delle cose e sul loro futuro.

Copyright©2018 Il Graffio, riproduzione riservata