Educazione ambientale, in Riviera riparte il progetto “We-test”

di REDAZIONE –

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’acqua è una risorsa fondamentale per la vita e preservarne la sua qualità è una priorità per il futuro. Questo è il messaggio che si intende veicolare con la seconda edizione del progetto di educazione e sensibilizzazione ambientale denominato “We-test”. Si tratta di un progetto attivato da 7 Centri di Educazione Ambientale (CEA) del territorio e finanziato dal bando regionale INFEA per la promozione delle azioni di educazione ambientale. Il progetto si fonda sui principi della “Citizen Science”, in cui il cittadino diventa “scienziato” e si impegna in prima persona nella raccolta e nell’interpretazione di dati ambientali.

Diversi istituti scolastici del territorio saranno coinvolti in attività di approfondimento in classe seguite da sopralluoghi su diversi corsi d’acqua per effettuare analisi qualitative e quantitative sullo stato di salute di torrenti e fiumi. I risultati poi saranno rielaborati dagli studenti e presentati attraverso documenti ed eventi pubblici. L’obiettivo generale del progetto è la creazione di una coscienza e responsabilità ambientale diffusa nelle giovani generazioni, in particolare sulla tematica dell’acqua.

I Centri di Educazione Ambientale coinvolti sono: CEA Torre sul Porto (San Benedetto del Tronto), CEA Rifugio escursionistico “Mario Paci” (Ascoli Piceno), CEA Oasi La Valle (Spinetoli), CEA Ambiente e Mare (Monteprandone), CEA Asa Speleoclub (Acquasanta Terme), CEA La Contea (San Benedetto del Tronto), CEA Giano di Offida (Offida). Contribuiscono alla realizzazione del progetto Legambiente Marche e l’azienda CIA Lab per il necessario supporto tecnico-scientifico.

Copyright©2019 Il Graffio, riproduzione riservata