Grottammare città smart, la connessione wi-fi arriva anche sul lungomare

344

di REDAZIONE –

Dopo le principali piazze cittadine, la connessione libera arriva sul lungomare grazie ai fondi regionali del progetto “Spiagge Marche” –

GROTTAMMARE – Dalle principali piazze cittadine alla riva del mare: è pronto e attivo da mercoledì scorso il Wi-fi pubblico e gratuito sul lungomare grottammarese, con copertura garantita per tutta la fascia costiera compresa tra il Kursaal e il confine sud. È la conclusione del progetto voluto dalla giunta regionale dal nome “Wi-Fi Spiagge Marche”, finanziato con le risorse del Por Fesr 2014/2020 per 1 milione e 850 mila euro, di cui 50.000 a carico del bilancio regionale. A un anno dall’assegnazione dei fondi (66.327 euro, maggio 2018) e a qualche mese dall’adesione formale al progetto (presentato a novembre in Regione), la Città di Grottammare, dunque, è pronta per la bella stagione con una veste sempre più “smart”. L’iniziativa regionale, infatti, va ad aumentare la connettività cittadina, già garantita dalla copertura wi-fi libera nelle piazze Kursaal, Fazzini e Carducci dall’agosto 2013 e ancor prima nella Biblioteca Comunale “Rivosecchi”.

Il Wi-Fi Spiagge Marche coinvolge 21 Comuni della costa marchigiana (Altidona, Ancona, Campofilone, Civitanova Marche, Cupra Marittima, Falconara Marittima, Fano, Fermo, Gabicce Mare, Grottammare, Montemarciano, Numana, Pedaso, Pesaro, Porto Recanati, Porto San Giorgio, Porto Sant’Elpidio, Potenza Picena, San Benedetto del Tronto, Senigallia, Sirolo) che, aderendo al progetto, si sono impegnati a realizzarlo  secondo le linee guida stabilite dalla Regione. Viaggiando lungo la costa marchigiana, dunque, un turista potrà usufruire della rete wi-fi gratuita con un’unica procedura di autenticazione messa a punto dal Servizio Informatica della Regione e fruendo delle informazioni turistiche che caratterizzano il luogo in cui si trova. La procedura da seguire è pubblicata sul sito internet del Comune www.comune.grottammare.ap.it.

Localmente, l’indagine tecnica necessaria a  predisporre la fattibilità dell’intervento è stata affidata all’ing. Franco Pignotti, responsabile del Ced comunale, che ha individuato e mappato 21 punti di connessione.  Le attività preliminari sono state svolte tra dicembre 2018 e gennaio 2019 e sono il risultato di rilievi sul territorio, individuazione dei punti idonei e delle coordinate geografiche dei pali dell’illuminazione adatti all’installazione degli hot spot ed access point, come  previsto dalle linee guida regionali. Per completare il progetto, il Comune ha integrato i fondi assegnati dalla Regione con 9.552,60 euro di risorse proprie.

Copyright©2019 Il Graffio, riproduzione riservata