Le befane tornano a scendere dal Campanone

400

di ALCEO LUCIDI –

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Anche quest’anno, per la gioia dei più piccoli, le befane sono scese, dalla vecchia torre campanaria del Paese Alto di San Benedetto. A parte il freddo davvero pungente, sono ormai anni che l’associazione di quartiere “La Rocca” mette in piedi questa simpatica manifestazione. Tre befane si danno il cambio nello scendere dal monumento-simbolo di San Benedetto, ben imbracate, con il loro immancabile carico di doni da distribuire ai tanti bambini, che da sempre allietano con il loro vocìo – anche quest’anno non ha fatto eccezione – Piazza Sacconi. É, quello dell’Epifania, un giorno triste e lieto assieme. Chiude certamente le festività natalizie ma ci si ritrova tutti più candidi e semplici – parlo dei più grandi – nel vedere i bambini meravigliarsi di fronte alla cascata di regali e dolci (quelli portati a sacco dell’attempata nonnina in calze, scopa, naso corvino) e nella proverbiale calza che – in tanti – dispongono la sera prima per ricevere le leccornie lasciate nottetempo dalle nostre befane. É uno dei tanti riti pagani che si affiancano a quelli solenni e sacri del periodo natalizio con il suo immenso fascino, le sue inossidabili tradizioni di tutti i generi, il calore dei focolari accessi. Si spera che il contesto unico di questa festa – entrata nell’immaginario collettivo – sia foriera di un buon inizio d’anno e di un rinnovamento interiore per ciascuno di noi, con ancora negli occhi le splendide immagini del Torrione colorato di luci e delle befane finalmente scese per portare un tocco di letizia.

Copyright©2019 Il Graffio, riproduzione riservata