Curiosando nella cornucopia gastronomica di Capodanno

624

di RAFFAELLA CIUFO –

Ecco alcune sfiziosità gustose e di facile realizzazione per rallegrare la tavola durante le festività natalizie. Molti degli ingredienti utilizzati sono già nelle nostre scorte natalizie. Le ricette suggerite sono facili, veloci e stuzzicanti. Come ad esempio un cocktail leggero e profumato per accompagnare gli aperitivi.

Il cocktail Mimosa, a bassa gradazione alcolica, è particolarmente adatto a questa stagione delle arance e in questi giorni in cui il prosecco è di casa. Sceglietene di preferenza uno frizzante e non particolarmente dolce.
Tempo di preparazione : pochi minuti – Ingredienti per 4 flute : prosecco 300ml ; succo di arance dolci 200ml – Preparazione : con una 1/2 ora d’anticipo sulla cena, spremere le arance, passare il succo ricavato in un colino per liberarlo dalle impurità filamentose e metterlo in una ciotola di vetro in frigo. Tenere in frigo anche il prosecco e i 4 flute. Al momento di servire gli aperitivi, versare nella ciotola di vetro la giusta quantità di prosecco e mescolare adeguatamente. Quindi riempire i flute, da decorare se si vuole con una fettina di arancia sul bordo del bicchiere, e servire. Il cocktail Mimosa non va conservato, ma consumato subito.

Palline di formaggio alle noci e Rustici ai würstel per arricchire gli antipasti

Le palline di formaggio 
 si possono preparare con anticipo di qualche ora e occorrono circa 200g di formaggio per 100g di gherigli di noce tritati. Per il formaggio occorrente, anch’esso da tritare se non spalmabile, si può usare un unico formaggio (ricotta profumata al parmigiano) oppure una mescola di formaggi, che abbiamo già in casa e a seconda dei gusti (parmigiano, groviera, brie, edam olandese, robiola, stracchino). L’importante è che dal composto di formaggio si ottenga una consistenza idonea a ricavarne delle palline da arrotolare poi nel trito di noci, come fosse del pangrattato. Una volta ben amalgamato il composto di formaggi in una ciotola, metterlo in frigo per circa un’ora a consolidare, quindi preparare le palline di formaggio. Arrotolarle poi nel trito di noci, disporle in pirottini decorativi su un vassoio e rimetterle in frigo fino al momento di servire. Il tempo di preparazione : 15 minuti più il tempo in frigorifero.

Per i Rustici ai würstel,
anch’essi da poter preparare con anticipo di qualche ora, occorrono 6 würstel del tipo più grande; 1 rotolo di pasta sfoglia; 1 uovo. Preparazione : ricavare dal foglio di pasta sfoglia 6 rettangoli, larghi quanto la lunghezza dei würstel. Poggiare i 6 würstel all’estremità superiore dei 6 rettangoli di pasta e arrotolare la pasta intorno al würstel, facendo aderire bene fra loro le volute di pasta, eventualmente inumidendola un po’. Ottenuti questi rotoli di würstel rivestiti, tagliarli a rondelle di circa 2cm, da posizionare su una leccarda rivestita di carta forno, che sarà già preriscaldato a 200°. Spennellare le rondelle con dell’uovo sbattuto e infornare per 15 minuti. Togliere dal forno, lasciar raffreddare e disporre i rustici in pirottini decorativi. Tempo di preparazione complessivo : lavorazione 15 minuti più forno 15 minuti.

Due dolcetti per aspettare mezzanotte

Datteri al cacao ripieni di mascarpone:
le dosi sono un po’ ad occhio in base a quanti datteri verranno utilizzati e quanto imbottiti saranno. Occorrente: datteri, mascarpone, cacao amaro in polvere. Procedimento : denocciolare i datteri tagliando solo un lato del dattero; con l’aiuto di un cucchiaino riempire l’interno con del mascarpone; richiudere il dattero e arrotolarlo nella polvere di cacao. Disporre i datteri su di una guantiera e passarli in frigorifero. Così preparati i datteri piaceranno anche a chi di solito non li apprezza.

Il Mantecol:
è uno squisito dolce tipico delle feste in Argentina, per la cui ricetta ringraziamo l’amica Stella Maris di Mar del Plata. Occorrente : 200g di arachidi non salate tostate oppure da sbucciare e tostare in una padella antiaderente; 150g di zucchero; 1 cucchiaio di miele; 4 cucchiai di acqua; 2-3 cucchiai di olio di semi; 1 cucchiaino di essenza di vaniglia; 1 albume e 1 pizzico di sale più 1 stampo di vetro da 15 x 15 x almeno h5cm. Procedimento : foderare lo stampo con un foglio di plastica da cucina e in una terrina versare un albume con un pizzico di sale. Quindi mettere nel mixer le arachidi aggiungendo 2-3 cucchiai d’olio e triturare, ma avendo cura di interrompere frequentemente l’azione del mixer per non far surriscaldare le arachidi. Triturare fino ad ottenere un composto omogeneo e lasciar riposare in una ciotola. Intanto mettere sul fuoco un pentolino per preparare un caramello con lo zucchero, il miele, l’acqua e far sobbollire fino a quando il composto inizia a prendere colore ai bordi. A questo punto iniziare a mescolare fino a quando lo sciroppo avrà preso un bel colore ambrato. Spegnere il fuoco e attendere che il caramello diventi tiepido sul fornello. Nell’attesa montare  l’albume a neve ferma. Quindi versare a filo il caramello intiepidito nell’albume montato. Mescolare delicatamente e aggiungere la vaniglia. Infine, sempre mescolando, aggiungere il trito di arachidi. A questo punto versare il composto così ottenuto nello stampo di vetro e livellare uniformemente la superficie. Coprire con un altro foglio di plastica da cucina e mettere in frigorifero, dove il Mantecol deve rimanere a rassodare per almeno 12 ore. Al momento di servire questo dolcetto delizioso, rovesciare lo stampo su di un piatto e tagliare il Mantecol a quadretti o in barrette. Il Mantecol si conserva in frigo in un contenitore ermetico per una settimana, avendo cura di separare le barrette o i quadretti fra loro con della carta argentata da cucina.

Copyright©2018 Il Graffio, riproduzione riservata