“Locri in aquarello”, dal 21 al 23 settembre al Museo e Parco Archeologico Nazionale

140

di REDAZIONE –

LOCRI – Dal 21 al 23 settembre il Museo Archeologico Nazionale di Locri propone “Locri in acquarello”, iniziativa di notevole spessore  artistico indetta in concomitanza delle celebrazioni per il ventennale della dichiarazione di “Museo Nazionale”, riconoscimento che ha dato maggiore prestigio e autorevolezza al plesso locrese e delle Giornate Europee del Patrimonio promosse dal MiBAC. In particolare l’iniziativa che si terrà il 22 e il 23 settembre nel Parco Archeologico, curata da FabrianoinAcquerello-FabrianoinWatercolor, dall’Associazione In Arte di Fabriano, e dal Museo Archeologico Nazionale di Locri, vedrà la presenza di noti acquarellisti che esprimeranno attraverso i loro lavori le suggestioni che il passato ancora ci può dare. É inoltre un’occasione di apertura del mondo archeologico calabrese all’arte contemporanea e a nuovi rapporti finalizzati a far conoscere questi luoghi nel mondo intero. Infatti l’iniziativa “In Acquerello”, voluta dal Polo Museale della Calabria e dalla direzione del Museo Archeologico Nazionale di Locri, è una realtà già presente in diversi Paesi del mondo. Nelle due giornate, il 22 settembre per tutta la giornata e il 23 settembre in ore antimeridiane, sarà possibile assistere per quanti vorranno, inclusi gli Istituti artistici invitati all’evento, alle performance degli acquarellisti Angelo Gorlini, Agostino Caracciolo, Elio Cerchiara, Igli Arapi, Igor Sava, Massimilino Iocco, Raffaele Ciccaleni, Roberto Cariani, Roberto Zangarelli. Il Museo e Parco Archeologico Nazionale di Locri, guidato da Rossella Agostino, afferisce al Polo Museale della Calabria diretto da Angela Acordon.

Copyright©2018 Il Graffio, riproduzione riservata