Grande attesa ad Offida per #CiùCiùHack, hackathon dedicato al mondo del vino

667

di REDAZIONE –

Nel weekend del 15 e 16 settembre, sfida ad Offida per cinquanta giovani innovatori provenienti  da tutta Italia: il format previsto dall’hackathon consiste in una maratona di sviluppo di 48 ore –

OFFIDA – Grande attesa ad Offida per #CiùCiùHack, hackathon dedicato al mondo del vino che si terrà il 15 e il 16 settembre presso lo showroom dell’azienda vitivinicola Ciù Ciù, in Piazza del Popolo. L’obiettivo della sfida per giovani innovatori è quello di sviluppare nuove idee che possano facilitare la vendita e la promozione del vino attraverso lo sviluppo di una nuova idea di servizio o prodotto digitale. L’evento è stato organizzato dalla cantina della famiglia Bartolomei insieme a To Be Srl. La sfida, secondo il format previsto dall’hackathon, consiste in una maratona di sviluppo di 48 ore alla quale sono stati chiamati a partecipare giovani innovatori da tutta Italia: esperti di tecnologie informatiche e di innovazione digitale, sviluppatori di software, programmatori, developer, web designer, esperti di business & marketing. Cinquanta i partecipanti previsti ad Offida sabato e domenica: hanno infatti risposto all’appello esperti di ogni regione d’Italia, dalla Lombardia alla Toscana, dalla Campania alla Puglia, dall’Emilia Romagna, dal Lazio e dal Veneto, oltre ovviamente alle Marche e al vicino Abruzzo. La partecipazione è stata talmente tanto ampia che gli organizzatori hanno dichiarato l’evento sold out già da diversi giorni e, nonostante questo, le richieste continuano ad arrivare.

L’evento si concluderà domenica 16 settembre alle 18, dopo la premiazione dei vincitori ed il brindisi finale, con il concerto del gruppo The Holograms che si terrà in piazza del Popolo, di fronte allo showroom Ciù Ciù.

Il progetto era stato lanciato e presentato ad Offida lo scorso luglio alla presenza del vicesindaco della cittadina picena Isabella Bosano, di Walter Bartolomei, titolare della cantina Ciù Ciù, di Gianluca Vagnarelli, già docente dell’Università di Macerata e fondatore della startup I-Strategies, e di Francesco Paolo Russo di To Be srl, startup innovativa. Dalle Marche al mondo quindi grazie alle idee 4.0 dei tanti esperti attesi ad Offida. Al termine della sfida, una giuria di esperti giudicherà i tre progetti ritenuti migliori che vinceranno un premio in denaro.

Gli obiettivi del progetto sono essenzialmente tre: avvicinarsi ad un consumatore sempre più digitale, figlio della stessa rivoluzione; disegnare nuovi servizi che possano facilitare l’esperienza vino rendendola a portata di click; dare una possibilità in più ai giovani, attraverso un programma di Open Innovation che invita alla partecipazione gli innovatori italiani.

Il mondo del vino è in continua evoluzione, dunque le idee che si genereranno saranno utili ad avvicinare i consumatori attraverso un approccio contemporaneo, che sappia trasmettere i valori sui quali la cantina Ciù Ciù si fonda, come tradizione, rispetto dell’ambiente e del territorio, l’alta qualità delle uve e dei vini.  Il progetto ha ricevuto il patrocinio del Comune di Offida, della Camera di Commercio e del CUP mentre i partner sono: Ampioraggio, ANGI (Associazione Italiana Giovani Innovatori), AIRBAG Studio, I- Strategies; SocialFabLab; ANTA (Associazione Nazionale Tutela Ambientale) e i media partner Food Makers e Map Communication.

Copyright©2018 Il Graffio, riproduzione riservata